Un incontro, al bar

Lui era entrato, nel bar vicino a dove lavorava, per prendere un caffè al volo. Al bancone due ragazze chiacchieravano. :”Un caffè macchiato, per favore.” Chiese alla barista, al suono della sua voce la ragazza che gli dava di spalle si girò. :”Ciao.” Lo salutò lei, mentre lui rimaneva fisso, senza parole. Era una bella ragazza, dai capelli lunghi, scuri, le labbra piene, due occhi intensi, la ricordava in una vacanza, al mare, erano entrambi due ragazzini. Avevano parlato, tanto, insieme, lui con la sua timidezza e il suo modo impacciato di fare con le ragazze, lei con la sua spontaneità e il suo raccontarsi senza ritrosie. Solo un bacio, sulla guancia, il giorno della partenza, con la promessa di rivedersi, a casa. Si erano incontrati davvero, ma la disapprovazione della mamma, e in fondo anche la paura di essere rifiutato, lo avevano bloccato. Se fosse successo anche solo un anno dopo, non si sarebbe fatto influenzare, non ci avrebbe pensato su nemmeno un attimo. Lei gli piaceva e si era reso conto di non esserle indifferente. :”Faccio la pettinatrice, ho un negozio tutto mio, sai?” E in quelle parole c’erano tantissimi significati: la sua delusione, il suo orgoglio, il suo rimpianto. :”Sono contento.” Rispose lui, con un groppo in gola. Lei si alzò, lo abbracciò stretto e gli diede un piccolo bacio leggero, prima di andarsene trascinandosi dietro la sua amica allibita. La barista puliva i bicchieri con aria indifferente. Lui continuò a girare il cucchiaino nella tazzina, ma quel caffè, anche se lo avesse annegato nello zucchero, sarebbe sempre rimasto molto, molto amaro.
Scritto pensando a un bellissimo post di  lylitu
http://www.semisfiorifiorisco.wordpress.com/2015/05/31/metti-che-tra-ventanni-ci-incontriamo/
Il mio… è un bel po’ autobiografico…

8 pensieri su “Un incontro, al bar

  1. Sarà quel caffè che mi porto nel blog e chissà cosa avranno messo nel mio, sarà che il sentimento del rimpianto è sempre stato uno di quelli che mischiano la nobiltà e la rabbia, sarà che poi quello che non succede a volte non accade perchè ci si deve risparmiare qualcosa, ma non lo sapremo mai se davvero era destino o un qualche suo scherzo.
    Quello che so è che raschia in gola qualche ricordo tronco. E già.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...