Il tavolino all’angolo

L’estate aveva tardato, quell’anno, ma in un paio di giorni si era messa in pari per qualche settimana di ritardo, avvolgendo la piazza con un caldo afoso. All’interno del bar il tavolino era coperto da una tovaglietta immacolata e il banco dei gelati cercava di rispondere con tutto l’impegno possibile alle richieste delle tante persone che arrivavano a cercare rifugio dal caldo e un po’ di dolcezza. L’anziano arrivò a sedersi, come faceva ogni giorno, da qualche mese, in quella nuova città. Prendeva un caffè macchiato o una crema al caffè fredda e poi restava a guardare la piazza, prendendo appunti mentali che poi, a casa, trasferiva in file. Ogni tanto pensava a due ragazze, incontrate in momenti diversi della sua vita. Ognuna delle due si era conquistata una fetta del suo cuore, ma la vita va avanti, si diceva, sempre. In quel momento entrò una ragazza, dai capelli ricci, con al collo una reflex. Prese posto nel tavolino di fianco al suo. Da vecchio appassionato osservò l’apparecchio e gli venne da sorridere: K3… ne possedeva una anche lui, così. Quella sigla faceva sì che loro due, senza nemmeno conoscersi, fossero compagni di strada. Si rivolse a lei, chiedendole scusa :”Non vorrei essere importuno, ma è da molto tempo che usa quella reflex?” La ragazza restò un attimo indecisa, se considerare quello un tentativo di abbordaggio maldestro, una preso in giro oppure… Decise per l’oppure e rispose :”Un anno, più o meno. Ma ci sono già affezionata. Prima usavo una K5IIs…” :”Ma questa è sicuramente meglio, ne ho una anch’io. Anche se è uscita la K1, l’attesissima full-frame…” Continuarono a discutere un bel po’ di obiettivi e corpi macchina. Al momento di andare, dopo aver bevuto un caffè, la ragazza chiese :”Lei è un turista?” Lui le rispose di no. Lei sorridendo proseguì :”Allora che ne dice se uno di questi giorni andiamo insieme a scattare qualche foto? Io mi sono appena trasferita…”

PS (nota dell’autore) Va bene, non sapevo come fare a riprendere il tema guida… E mi sono immaginato questa scena. Vi assicuro, però, che potrebbe capitare, mai sottovalutare il potere di una “serie K”!

6 pensieri su “Il tavolino all’angolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...