L’uomo che sapeva raccontare i sogni

Al tavolino d’angolo del bar della piazza erano seduti la ragazza e l’anziano, seduti davanti a un pc portatile. Avevano fatto un giro fotografico del paese e ora confrontavano le foto appena scaricate dalle loro reflex. Alla fine della visione l’uomo, con un tocco di mouse, disse :”Credo che non sia niente male, per un primo giro del paese. Gli angoli che abbiamo ripreso sono molto suggestivi. Lei ha un talento, poi, per scegliere inquadrature veramente buone.” La ragazza sorrise e gli rispose a tono :”Ma anche le sue capacità fotografiche non sono da meno, fa risaltare i particolari in un modo veramente originale. E poi… le piacciono le nuvole!” :”Lo devo ammettere – confessò lui – la drammaticità che certe volte posseggono le nuvole mi attrae sempre, fin troppo, qualche volta mi sembra di esagerare.” La ragazza fece per replicare, ma poi le venne in mente qualcosa :”Lei ha detto che dopo aver osservato… mette i pensieri su file. E’ un giornalista?” :”Per nulla. Mi piace solo scrivere. E non sono nemmeno bravo.” Rispose l’anziano. Lei lo incalzò :”C’è… qualcuno di questi file, qui?” Lui, senza dire nulla, fece segno di sì con la testa. :”Posso? Non la disturba se ne leggo qualcuno?” L’uomo pensò un attimo a come risponderle, poi disse :”Devo confessare che, se non mmi piacesse l’idea di avere qualcuno che legge, forse non scriverei nemmeno. Ogni tanto metto qualcosa sui blog. Se vuole leggere, si accomodi pure. Come dico a tutti gli amici e amiche dei blog, la porta è sempre aperta.” La ragazza fece partire il programma di videoscrittura, andò sui file recenti e trovò un titolo: L’uomo che sapeva raccontare i sogni. Fece doppio clic e iniziò a leggere.

Come in ogni piazza principale di ogni paesino del reame, anche in quella c’era un albero e delle panchine di legno, sotto l’ombra delle fresche fronde. In una di quelle si poteva sempre trovare, al tramonto, un uomo che, dopo la sua giornata di lavoro, sedeva sempre lì, prima di rientrare a casa. E i bambini del paese gli andavano incontro, sempre, perché lui raccontava. Erano storie fantastiche, di luoghi mai visti da nessuno… eppure, in un certo qual modo, sia i bambini che gli adulti che ascoltavano, avevano la sensazione di qualcosa di conosciuto. Se ne era anche discusso, a volte, così in modo in po’ ozioso. Ma tutti, nel paese, avevano preso atto che in quei posti lì non c’erano mai stati, nemmeno i migliori viaggiatori e esploratori. Una ragazza, con i capelli ricci e un sorriso da incanto, volle andare da lui a chiedere. :”Come mai sembra a tutti noi che i luoghi di cui racconti siano famigliari? Nessuno è mai stato lì, nessuno ha mai visto nemmeno una raffigurazione, un disegno, un quadro che li rappresentasse.” L’uomo era incantato dal suo sorriso e non poté evitare di rispondere :”Invece li avete visti, ognuno i suoi. Sono i luoghi dei vostri sogni. Io li raccolgo, nelle notti in cui non riesco a dormire, e nelle ore che precedono l’alba li riempio di personaggi e avvenimenti. E poi ve li restituisco, in forma di racconto.” La ragazza, stupita, rifletté su quanto aveva udito, poi pregò l’uomo di non dirlo a nessuno :”Lasciamo tutto questo nei sogni, dove è giusto che sia. Dobbiamo tutti mantenere la voglia di sognare, avere dei luoghi immaginati in cui poter fare incontri, scoperte e provare emozioni.” Si alzò, gli fece una carezza sul viso, gli diede un piccolo bacio e, prima di andare, disse all’uomo :”Grazie. Domani, verrò ad ascoltarti.”

La ragazza chiuse il file e guardò l’anziano :”Sono… io?” L’altro le sorrise :”Sì. I suoi sogni sono nelle sue immagini, si vede benissimo.” Un sorriso, bello come quello della ragazza del racconto illuminò il viso contornato dai ricci. :”Verrò anch’io, domani, a leggere altri sogni.”

Dedicato a tutte le compagne e a tutti i compagni di sogno che un po’ della propria vita e dei propri sogni li vivono nei blog.

3 pensieri su “L’uomo che sapeva raccontare i sogni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...